DefenestRai

Oggi apprendo della soppressione di “Ambiente Italia”, storica trasmissione di Raitre,  realizzata dalla Rai di Torino, condotta da Beppe Rovera, in vita dal 1990 e impegnata a trattare temi anche scottanti in materia ambientale, oltre che a fare conoscere alcune bellezze del nostro Paese. Tra gli epurati c’è anche Luca Mercalli, con il suo “Scala Mercalli”, uno dei programmi a mio avviso più intelligenti delle reti pubbliche in cui il conduttore, con chiarezza e ironia, riusciva a farci capire qualcosa in più del nostro Paese. Forse non erano due trasmissioni accondiscendenti, perché invitavano (anche) a riflettere. Immagino le si sia eliminate per quella sorta di “fastidio” che potevano procurare, non certo per audience barcollante. Peccato, sia per chi i programmi li confezionava sia per il pubblico che di uno scrupoloso  lavoro  poteva certamente godere (ottimo, invece, l’acquisto di Luca Semprini col suo Politics, a cui fa seguito una versione finalmente small di “Mi manda Raitre”, con Salvo Sottile). Ma forse è ancor più triste pensare che la radio sarà priva di “Sei uno zero”, la trasmissione cult con Lillo e Greg. Chi li ha fatti fuori ci offre spunto per una sentenza: non si sa più ridere con intelligenza (ma resta l’incubo di “Made in Sud”).

mercalli

Massimo Brusasco

View more posts from this author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *