Un orgoglio alessandrino

Protezione-civile-ok-800x555

Possiamo andare orgogliosi della nostra Protezione civile. Lo dicono i fatti: in caso di calamità, siamo spesso  i primi a partire, perché abbiamo persone preparate e mezzi all’avanguardia. Mica per caso: è frutto di programmazione, studio, impegno, investimenti economici. L’alluvione del 1994 è stata decisiva: ha fatto maturare una coscienza nuova. La nostra Protezione civile era raffazzonata, adesso è un fiore all’occhiello, che l’Italia ha conosciuto a L’Aquila, in Sardegna, in Umbria, in Emilia, in Versilia, ad Amatrice, a Rigopiano… E aggiungiamo anche le competenze raggiunte dai vigili del fuoco, non a caso il vice comandante Bolognese, in queste ore, è a Ischia per mappare i luoghi del terremoto. Sul  “Piccolo” di oggi ho  cercato di spiegare “quanto siamo bravi”, cosa di cui spesso non ci accorgiamo, impegnati come siamo a incattivirci e a sottolineare, soprattutto, quel che non va.

Massimo Brusasco

View more posts from this author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *