Quelli che Genova, belìn

Quelli che belìn è un intercalare. Quelli che quando sei nei vicoli pensi che De André non aveva torto. Quelli che come facevano quando non c’era la sopraelevata. Quelli che dritto c’è il mare, ma per fare il bagno devi andare o di qua o di là. Quelli che nello stesso quartiere hanno il carcere e lo stadio. Quelli che il porto antico è nuovo. Quelli che questa era una repubblica marinara. Quelli che dicono che sono tirchi. Quelli che hanno palazzi belli, ma li tengono nascosti e ci fanno vedere una lanterna. Quelli che appena piove un po’ è un casino. Quelli che le linguine al pesto comunque le fa bene anche mia mamma. Quelli che ci si sviluppa in lungo e in alto perché in largo non si può. Quelli che gli svincoli micidiali. Quelli che… è la vigilia di Ferragosto,   c’è un ponte. E d’un tratto non c’è più, belìn.

Massimo Brusasco

View more posts from this author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *