Gretini e cretini

Ci viene difficile capire Trump, quel che succede in Medio Oriente e le rivolte in Libia. E in Australia? Laggiù, in una terra per certi versi meravigliosa e per altri inquietante, se n’è andata letteralmente in fumo, per ora, una porzione di territorio grande quanto l’Austria. La politica ambientale dell’Australia è disastrosa: il Governo ha continuamente disatteso ogni protocollo sul clima, e tra le conseguenze ci sono ettari in fiamme e temperature fuori dall’ordinario. E da noi? La Pianura padana, ormai, è una camera a gas e non ce ne rendiamo conto. Dovremmo essere più gretini (ovvero attenti agli ammonimenti dell’ormai celebre Greta) che cretini. Invece c’è chi si ostina a fare spallucce, a essere “negazionista” anche di fronte a numeri che ci spiegano con chiarezza che ce la passiamo maluccio e che, ad esempio nell’Alessandrino, il tasso di tumori è piuttosto elevato, a causa dell’inquinamento ambientale. Se non dovremmo fregarcene della Libia che pur è vicina e dell’Australia che è molto lontana, a maggior ragione dovrebbe importarci del nostro suolo, della nostra aria, dell’ambiente che ci circonda. Poi però, ed è faccenda di queste ore, entra in vigore un nuovo sistema di smaltimento rifiuti atto a favorire la raccolta differenziata, e c’è chi imperterrito continua, come se niente fosse, a buttare rifiuti alla va là che vai bene, “perché pago le tasse e dunque ho diritti”. E magari sono le stesse persone che si commuovono e palesano indignazione vedendo la foto di un povero koala che cerca di sfuggire alle fiamme…

Massimo Brusasco

View more posts from this author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *