Tag: paese

Il pane di Peppino

All’improvviso mi è venuto in mente il pane che compravo da Peppino. Ma anche  il latte della Ester, le matite  da Franca e Italo e perfino la sala confusione di Maria d’Fons. Se questi nomi vi sono famigliari è perché abitate, o avete abitato, a Fubine. E siete  almeno negli “anta”.  Sono alcuni dei commercianti della mia infanzia, tornatimi  alla mente all’ennesima notizia della crisi dei piccoli esercenti, quelli senza i quali qualunque centro di una qualunque città si potrebbe considerare morto. Vedo un’Alessandria con futuri  grossi  insediamenti  e, al contempo, mi raccontano che la Colletta alimentare registra un netto calo nei negozi del centro cittadino, a causa, semplicemente, della  diminuzione degli acquirenti. Non demonizzo certo i supermercati e i centri commerciali, ma mi intristisce pensarli aperti in continuazione, coi dipendenti sotto scopa, né gioisco al fatto che siano le nuove attrazioni domenicali. Indietro non si torna, ma per fortuna il profumo del pane di Peppino, almeno quello, nessuno me lo può togliere dalla mente. Ps: oggi è stata annunciata la chiusura del ristorante “Il grappolo”, aperto ad Alessandria 111 anni fa. E’ un giorno triste.

 

Il senso di Pavese (e del paese)

“Un paese vuol dire non essere soli, sapere che nella gente, nelle piante, nella terra c’è qualcosa di tuo, che anche quando non ci sei resta ad aspettarti”. Lo scrisse Cesare Pavese. E noi che siamo gente di paese e che, soprattutto, abbiamo avuto la fortuna di vivere “il” e “nel” paese qualche anno addietro (quando il senso di comunità era un po’ più spiccato e potevi uscire di casa senza la preoccupazione di chiudere la porta), ecco, noi sappiamo bene che quelle di Pavese sono parole sante. Le rispolvero oggi, apprendendo della gente  che non se ne vuole andare dal proprio borgo terremotato. Lì è nata, lì è cresciuta. Ha radici, amici, affetti. Tutto.  Razionalmente, non ha senso stare, ma a ragionarci meglio i motivi per non andarsene sono un’infinità. Chi vive nelle palazzine delle metropoli, ai confini col traffico e nelle nuvole di smog forse non può capire. E non basta Pavese a spiegare certe cose.

Amatrice, 24 agosto 2016 (AP Photo/Alessandra Tarantino)

Amatrice, 24 agosto 2016
(AP Photo/Alessandra Tarantino)