Autore: Massimo Brusasco

Grazie al pubblico

Un semplice grazie a chi ha partecipato, venerdì sera al Cristo e ieri sera a Borgoratto, ai due spettacoli proposti dalla Compagnia Teatrale Fubinese.

Abbiamo proposto il nostro nuovo show di musica e cabaret intitolato “Il buono, il brutto e quello ignorante” e la commedia “Ansansà”, un mix di italiano e dialetto per rinverdire una piacevole tradizione, quella del vernacolo, che caratterizzò gli albori del nostro sodalizio.

E’ stata una settimana teatrale intensa, cominciata martedì a San Salvatore, con fatiche ampiamente ripagate dal pubblico. Ci ritroveremo tra qualche giorno, con altri appuntamenti…

E grazie a Vittorio Destro per le foto.

Stasera, cabaret al Cristo

Se siete tesi per le elezioni potete venire a distrarvi al Cristo. Cosa che consiglio anche a chi del voto importa poco. Fatto sta che stasera, venerdì, alle 21.30, la Compagnia Teatrale Fubinese sarà nella piazzetta della farmacia Sacchi, in via Deamicis, per proporre “Il buono, il brutto e quello ignorante”, spettacolo di musica e cabaret con Maurizio Ferrari, Massimo Faletti e il sottoscritto.

Tutto gratis, non serve prenotare. Lo spazio non è enorme, quindi… siate puntuali.

Dopo la prima

Malgrado il rischio pioggia (lo so che è benedetta, lo so), ieri siamo riusciti a presentare, in prima assoluta (si dice così…), “Il buono, il brutto e quello ignorante”, il nuovo spettacolo di musica e cabaret della Compagnia Teatrale Fubinese.

Grazie al pubblico di San Salvatore Monferrato che è venuto ad applaudirci. E grazie degli apprezzamenti a nome anche di Maurizio Ferrari e Massimo Faletti, compagni di un viaggio che proseguirà venerdì 24 giugno, alle ore 21.30, ad Alessandria, nella piazzetta della farmacia Sacchi in via Deamicis, al quartiere Cristo.

Vi aspettiamo, per un’altra serata divertente. Questo, almeno, è l’auspicio.

Da stasera a sabato…

Ecco il comunicato stampa sulla settimana della Compagnia Teatrale Fubinese.

Stasera, martedì 21 giugno, alle ore 21.30, al Parco della Torre di San Salvatore Monferrato, debutterà il nuovo spettacolo di musica e cabaret della Compagnia Teatrale Fubinese, intitolato “Il buono, il brutto e quello ignorante”, con Massimo Brusasco, Maurizio Ferrari e Massimo Faletti.

“Il buono, il brutto e quello ignorante” sarà di scena anche venerdì 24, alle ore 21.30, ad Alessandria (quartiere Cristo), nel cortile della farmacia Sacchi, in via De Amicis.

Sabato 25 giugno, invece, la Compagnia Teatrale Fubinese proporrà la commedia “Ansansà” a Borgoratto, in piazza Roma alle ore 21.30, con Maurizio Ferrari, Marina Roncati, Franco Mordiglia, Flavia Bigotti, Massimo Brusasco, Claudia Capra, Giuseppe Balestrero, Cesare Langosco, Elisabetta Abbà, Paolo Tafuri e Alessia Biollo. Collaborazione di Lidia Mordiglia e Carla Spano; scenografie di Dina Fiori.

(gli ingressi sono gratuiti; info: www.massimobrusasco.it, 335 719 6617, massimobrusasco@libero.it)  

I NOSTRI SPETTACOLI

IL BUONO, IL BRUTTO E QUELLO IGNORANTE

Si parte dal West e si arriva in Monferrato, passando anche da Milano, per rendere omaggio ai grandi comici del Derby. Le pistole (più o meno) fumanti lasciano presto lo spazio ai problemi della quotidianità, come ad esempio la necessità di smaltire correttamente i rifiuti, ma anche alla musica, che è una sorte di filo conduttore, soprattutto attraverso le parodie o le canzoni originale composte per l’occasione. Nel mezzo, anche una mamma particolarmente apprensiva, che ai più ricorderà qualcosa di famigliare. 

——————————————————————————————-

ANSANSA’

Alcuni anziani monferrini vanno a svernare in Riviera, come tutti gli anni. Uno di loro non sa che gli è stato diagnosticato un male incurabile, “in stato avanzatissimo”. La moglie, il figlio, la nuora e gli amici di sempre si prodigano per fargli trascorrere, nel modo migliore possibile, la più bella vacanza della sua vita. Lo fanno in una località di mare dove l’attrazione degli arzilli vecchietti è la bella farmacista e dove cerca di lavorare un povero barista alle prese con una clientela sorprendentemente più tirchia di lui.

La settimana teatrale

Sarà una settimana importante per la Compagnia Teatrale Fubinese. Martedì debutteremo con il nuovo spettacolo di musica e cabaret intitolato “Il buono, il brutto e quello ignorante”: alle 21.30, saremo al Parco della Torre di San Salvatore Monferrato, nell’ambito di una rassegna di spettacoli e letteratura.

Replicheremo lo spettacolo venerdì, sempre alle 21.30, ad Alessandria, nel cortile della farmacia Sacchi, in via Deamicis, al quartiere Cristo.

E sabato, a Borgoratto, sarà la volta di “Ansansà”, la nostra commedia… un po’ in dialetto e un po’ in italiano, con protagonisti gli arzilli vecchietti che vanno a svernare in riviera. Ci troviamo alle 21.30 in piazza Roma.

La giornata di Pier Paolo

Pier Paolo Caniggia è stato un amico, appassionato di musica e di politica. Uomo di garbo, affabile, impegnato per il suo sobborgo, Valmadonna. Il Covid se l’è portato via a 56 anni. Sul fatto che abbia seminato bene non ci sono dubbi. Oggi, proprio a Valmadonna, l’associazione che, una quindicina di anni fa, contribuì a fondare (“Una nota per la vita”) inaugurerà una sala che verrà messa a disposizione dei ragazzi che vorranno fare musica.

In serata, poi, i concerti di Relief e MeGa Toto (il vecchio gruppo di Paolo), oltre alle esibizioni di Pietro Garofalo e di Adele, promettente musicista alla quale la famiglia di Caniggia ha donato il pianoforte di Paolo.

Sarà per me un onore, stasera, andare a Valmadonna a presentare l’evento, che mi darà modo di raccontare un amico di molti e di promuovere iniziative solidali che a lui sarebbero certamente piaciute.

Felicità è presentare un libro (il mio)

Stasera, venerdì 17, alle ore 21, avrò il piacere di tornare a parlare del mio libro “Le mani del mago”, edito da Bradipolibri e dedicato al grande massaggiatore Sergio Viganò, grande amico e collaboratore di Roberto Mancini.

L’appuntamento è a Casale, nel chiostro di Santa Croce (ingresso da via Cavour); a colloquiare con me, Gabriele Farello, promotore dell’iniziativa alla quale parteciperanno anche Luca Lovelli, Sebastiano Guida e Fabrizio Mandracchia.

Se siete in zona e vi va di fare due chiacchiere… senza impegno… io vi aspetto.

Arrivederci col/dal/nel Salotto

Ieri sera, nello spazio aperto del circolo Galimberti, abbiamo chiuso un’altra stagione del Salotto del Mandrogno. Cominciammo a ottobre 2002. Da allora tante cose son cambiate, non la voglia – per quanto mi riguarda – di proporre uno spettacolo che mescola l’alto con il basso, il serio con il faceto, il disimpegno con l’attualità.

A fine stagione, i ringraziamenti sono prassi. Per me, però, è un piacere, anzi un onore, plaudire a chi mi ha seguito in quest’ultima annata. Parto da Piera Raiteri, ovviamente, che con Gianni Ravetti è stata l’ideatrice del Salotto. E poi, in ordine sparso, Primo Marin e il circolo Galimberti, Franco Rangone, Ezio Vescovo, Gianni Pasino, Tony Frisina. Naturalmente il pubblico, che ci segue sempre con attenzione. E poi Pietro Bianco di Video Servizi Tv, che ha mandato in onda, in diretta web, alcune puntate del talk show.

Non ci sarebbe spettacolo senza gli ospiti: abbiamo avuto politici, scrittori, musicisti, protagonisti della cronaca, alessandrini che si sono fatti apprezzare. A tutti un grazie per avere accettato l’invito. E ringrazio anche gli organi di informazione che hanno parlato o scritto di noi: svolgono un ruolo importante per fare conoscere la nostra piccola realtà salottiera che sta diventando una tradizione.

Ieri sera

Riguardo a ieri sera, sono stati con noi Dado Bargioni, Bruno Lulani, Vincenzo Costantino, Marina Feola, Giuseppe Ravetti, Mauro Arciduca, Matteo Bertolino, Sara Zanotto, oltre a Gianni Pasino e ai musicisti Ezio Vescovo, Franco Rangone e Gianluigi Bocchio.

Ci rivedremo a ottobre, credo. Per ora, buona estate. E fate i bravi.

Giovani attori sul palco

Si è concluso mercoledì, con il saggio ai Campi Cerrina, il progetto (approvato dal Collegio docenti dall’istituto comprensivo Pascoli di Felizzano) delle classi della scuola primaria di Fubine Monferrato e della Compagnia Teatrale Fubinese per l’anno scolastico 2021-2022. Un percorso in cui circa settanta studenti, dalla 1° alla 5° elementare hanno potuto esercitarsi in tecniche propedeutiche all’attività teatrale come l’improvvisazione, il sapersi muovere sul palco ma soprattutto fare gruppo perché la riuscita dello spettacolo non lo si deve al singolo ma all’affiatamento degli attori.

Lo spettacolo, a cui ha assistito un numeroso pubblico, è continuato con la messa in scena de “Il Re Leone”, del quale si erano già iniziate le prove nel 2019, ma sospese a causa della pandemia. Al termine, il presidente della Compagnia Teatrale, Franco Mordiglia, ha distribuito gli attestati di frequenza a tutti gli allievi. I ragazzi, inutile dirlo, sono stati bravissimi. Lavorare con loro è sempre stimolante. Al progetto hanno partecipato per la Compagnia Teatrale Fubinese Marina Roncati, Claudia Capra, Massimo Bosia, Cesare Langosco, Lidia Mordiglia e Angelisa Balestrero, con la collaborazione per il trucco di Daniela Faletti, Anna Cioffi, Silvia Gaggiano e Flavia Bigotti, del maestro Francesco Cabiati per le musiche e i canti da lui diretti e delle maestre.

Che dire… c’è futuro!

(ps: quelli della foto non sono i “giovani attori” a cui fa riferimento il titolo)

Salotto il 14: gli ospiti

L’ultimo “Salotto del mandrogno” sarà martedì 14 giugno, sempre alle ore 21.30 e sempre al circolo Galimberti di via Pochettini, ad Alessandria (ingresso gratuito). Con una differenza: saremo all’aperto, sul lato opposto rispetto al nostro consueto salone. 

Gli ospiti: Sara Zanotto, chef del ‘Bistrot Cavour’, il sommelier Matteo Bertolino,  due autori  come Mauro Arciduca  e Giuseppe Ravetti, oltre a Bruno Lulani della Fondazione Uspidalét e al medico Vittorio Fusco, che parlerà di prevenzione e iniziative.
E poi l’intervento di Marina Feola, da poco direttore di Confapi (le piccole imprese delle provincia). E per la musica, un ritorno in grande stile: quello del cantautore Dado Bargioni.