Tag: conte socialista

Il conte e tutto il resto

Oggi siamo stati a Morzano, che è una frazione di Roppolo, che è in provincia di Biella. A Morzano ha sede la Fondazione Emanuele Cacherano di Bricherasio, intitolata dunque  al nobile al quale la Compagnia Teatrale Fubinese ha dedicato lo spettacolo “Il conte socialista”, proposto prima a Fubine e poi al castello di Agliè (Torino). Proprio ad Agliè siamo entrati in contatto – inaspettatamente – con la Fondazione, che ci ha chiesto una replica nella propria sede. La cosa ci inorgoglisce, in particolare dopo il sopralluogo odierno: la location (già di proprietà della contessa Sofia di Bricherasio, sorella di Emanuele) s’affaccia sul lago di Viverone ed è decisamente interessante, opportuna per  una rappresentazione come la nostra. Ci siamo dati appuntamento alla prossima primavera. Nel frattempo, ci concentriamo sul cabaret, su “La pausa caffè”, su “Fubine Ridens” e altro ancora. Non ci si annoia.

La settimana teatrale

Ammesso che si possa dire che ci siamo presi una pausa, riprendiamo. La Compagnia Teatrale Fubinese tornerà in scena venerdì 6 settembre alle ore 21 a Spinetta Marengo, nell’ampio spazio di Casa Rossetti, in via Maruera, dove proporremo la commedia “La pausa caffè” (i contenuti li potete trovare su questo sito alla voce “teatro”). Domenica 8 alle 17, invece, ci trasferiremo ad Agliè (provincia di Torino) dove, al castello, avremo modo di proporre il nostro “Il conte socialista”, lo spettacolo dedicato al conte Emanuele Cacherano di Bricherasio, che proprio ad Agliè morì in circostanze misteriose. E’ una pièce divertente, che tratta fatti e personaggi realmente accaduti; lo fa con leggerezza e con il contorno musicale di canzoni inedite, scritte per l’occasione. Se volete ulteriori informazioni, non esitate a contattarmi.

Noi ed Elisa di Rivombrosa

Lo sceneggiato “Elisa di Rivombrosa” venne girato al castello di Agliè, in provincia di Torino. E’ la stessa location che, domenica 8 settembre alle 17, ospiterà “Il conte socialista”, lo spettacolo della Compagnia Teatrale Fubinese dedicato a  Emanuele Cacherano di Bricherasio, co-fondatore della Fiat. Immaginerete quanto siamo orgogliosi del progetto che cerchiamo di realizzare là dove il conte morì (per cause tuttora ignote), dopo averlo proposto, con successo, a Fubine, dove è sepolto. Alturist, grazie a Elisabetta Abbà, organizza la trasferta ad Agliè, che include, oltre alla visita al castello e al suo splendido parco, quella al Museo dell’automobile di Torino. C’è ancora qualche posto sul pullman che partirà da Fubine: 392 1722085 è il numero telefonico utile per informazioni e prenotazioni. Sarà una piacevole giornata, da trascorrere insieme.

Tutto sul “Conte socialista”

Ecco tutto quello che potrebbe interessarvi su “Il conte socialista”, lo spettacolo che la Compagnia Teatrale Fubinese porterà inscena domenica30 giugno alle 18 nel parco della Cappella Bricherasio, a Fubine.

 

Cosa succede

Domenica 30 giugno 2019, alle ore 18, a Fubine Monferrato (Al), nel parco della cappella Bricherasio, in via San Giovanni Bosco, la Compagnia Teatrale Fubinese presenta “Il conte socialista”, spettacolo ideato e diretto da Massimo Brusasco e dedicato al conte Emanuele Cacherano di Bricherasio, già proprietario del castello di Fubine, nato 150 anni fa e 120 anni or sono co-fondatore della Fiat. La manifestazione rientra nelle celebrazioni per Bricherasio organizzate dal Comune di Fubine e dall’associazione Monferrato 2020. L’ingresso è gratuito.

Lo spettacolo

Il conte socialista” è una pièce brillante, che trae spunto dalla storia, ma tratta gli eventi in chiave decisamente moderna, come farebbe la televisione del Terzo millennio. Ridendo, si può anche riflettere…

Gli interpreti sono: Giuseppe Balestrero, Anna Cioffi, Marina Roncati, Riccardo Robotti, Doriana Bellinaso, Lidia Mordiglia, Gianpietro Brusasco, Paolo Tafuri, Franco Mordiglia, Massimo Brusasco, Cesare Langosco, Massimo Bosia, Fabio Bellinaso.

Canzoni originali di Massimo Brusasco e Massimo Faletti interpretate da Maurizio Ferrari, Massimo Faletti, Enzo Garlando, Guglielmo Gagliardi.

La storia

Emanuele Cacherano di Bricherasio, di famiglia benestante, fu uno degli artefici della Fiat, nonché fondatore dell’Automobil Club e della rivista “L’automobile”. Fu uno dei protagonisti della vita economica e sociale della Torino di fine Ottocento e inizio Novecento. Fondò la Fiat nel 1899, insieme a un gruppo di giovani rampanti, tra cui Giovanni Agnelli. Nobile ma di idee socialiste, progressista e visionario, morì in circostanze misteriose a 35 anni, nel castello di Agliè, di proprietà dei duchi di Genova, imparentati coi Savoia. Suicidio? Delitto? Non si sa. Di certo, il giorno successivo il decesso ci sarebbe stato un consiglio di amministrazione della Fiat durante il quale Bricherasio avrebbe mosso accuse piuttosto pesanti nei confronti dei “colleghi”.

I personaggi

Oltre al conte, tra i personaggi che rientrano nella storia bisogna citare almeno: Sofia di Bricherasio, pittrice, sorella di Emanuele; Lorenzo Delleani, pittore, maestro di Sofia, autore del quadro “I fondatori della Fiat”; Federico Caprilli, considerato il padre della cavalleria moderna, morto tre anni dopo il suo amico Emanuele; Leonardo Bistolfi, scultore, autore dello splendido monumento sepolcrale di Emanuele, custodito nella cripta della cappella Bricherasio.

La Compagnia Teatrale Fubinese

Nata nel 1981, la Compagnia Teatrale Fubinese, presieduta da Massimo Bosia, propone commedie in lingua, in dialetto monferrino, oltre che spettacoli di cabaret e musicali. Attiva anche in ambito sociale, promuove la rassegna teatrale “Fubine Ridens” e si esibisce abitualmente in provincia di Alessandria e non solo.

Per contatti: 3357291099, massimobrusasco@libero.it