Tag: medusa

Rombano i motori e si balla “La medusa”

“La medusa” debutta ufficialmente in pubblico durante il raduno Madonnina dei Centauri di Alessandria. Il merito è delle Sweet Dolls, le ragazze che si sono prestate a offrire una coreografia alla “canzone dell’estate” realizzata dai QMC, ovvero Quelli del Massimo consentito, sbocciati all’interno della trasmissione “Il Massimo consentito” in onda il venerdì alle 12.30 su Radio Gold.  Le Sweet saranno protagoniste di una mostra fotografica che Photo Ring allestisce al Caffè Alessandrino di piazza Garibaldi. E sabato 7, dalle 18.30 alle 19.30 faranno animazione in via San Lorenzo, mentre la sera saranno allo stand dei Semper Fidelis in viale Repubblica. Seguitele… e potrete ballare con loro “La medusa”. Intanto, allenatevi guardando il video a questo link:

https://radiogold.it/video/attualita/attenzione-medusa-brano-dellestate-firmato-qmc-142675/

Il venerdì di “Medusa” e teatro

Oggi è un venerdì un po’ speciale. Alle 12.30, su Radio Gold (88.8 e 89.1) lanceremo ufficialmente “La medusa”, la canzone dei QMC (Quelli del Massimo consentito), nata all’interno della trasmissione “Il Massimo consentito” che, con Daniele Canuti, presento ogni  settimana. Siamo partiti un mese fa, e adesso finalmente ci siamo, grazie alla collaborazione di un po’ di miei amici (Massimo Faletti, Paolo Ratti, Maurizio Ferrari, Giancarlo Fracasso) e allo staff della radio, grazie al quale è stato prodotto un video, con le Sweet Dolls. Il video sarà in onda sul sito www.radiogold.it dalle ore 13. Se avete voglia di condividerlo, diffonderlo eccetera… fate pure.

Questo “mio” venerdì un po’ speciale proseguirà alle 18.30 al Moscardo, locale di via Volturno, dove avrò il piacere di presentare il libro di Bruno Barba “1958. L’altra volta che non andammo ai Mondiali”. E stasera, alle 21.30, a Quattordio, in piazza del Comune, la Compagnia Teatrale Fubinese presenterà la commedia “Si siamo aggiustati tutti bene”. Ingresso gratuito, vi aspettiamo.

E adesso lanciamo “La Medusa”

Da qualche settimana, a “Il Massimo consentito”, la trasmissione di Radio Gold (venerdì alle 12.30 sugli 88.8 fm), cerchiamo di costruire la canzone dell’estate, “la risposta alessandrina ad Alvaro Soler”. Il testo è pronto, la musica quasi. Adesso si tratta di assemblare e di cantare. Lo faranno i QMC, ovvero Quelli del Massimo Consentito. Intanto, se vi va,  cominciate a familiarizzare con le parole. E non perdetevi la trasmissione, venerdì prossimo.

 

LA MEDUSA

Sì ti amo, io ti amo

te lo direi dall’Italia agli Usa

della barca il meglio che c’è in cambusa

sei per me la birra sfusa

il fiore che il mio naso annusa

una bocca giusta per la cornamusa

non lasciarmi con una scusa

mi ferisci come una medusa

Oh no, la medusa no, oh no

Sì, ti amo, io ti amo (ribadisco: io ti amo)

sei d’amare anche in montagna

sei il gioco in borsa con cui si guadagna

bella come il sole della Spagna

il premio sull’albero della cuccagna

la besciamella della mia lasagna

possibile che tu non mi capisci

e come una medusa mi ferisci

Oh no, la medusa no, oh no

Sì, si, ti amo, io ti amo (dovrebbe esserti ormai chiaro che ti amo, zuccona)

te lo urlerei da tutti i balconi

sei necessaria come la zip dei pantaloni

la maglietta fina per Baglioni

le sabbie sulle spiagge di Riccioni

per me sei Trony, non hai paragoni

te lo dico così papale papale

come una medusa non farmi male

Oh no, la medusa no, oh no

Sì ti amo, io ti amo (devo tatuarmelo sulla fronte per farti capire che ti amo?)

mi piaci come lo spaghetto al dente

il sole calante e il dì dopo nascente

il dentifricio che è al fluoro perdente

un regalo passato pur sempre un presente

te lo ripeto perché fui un ripetente

possibile che tu, te l’ho già detto prima

come una medusa… non mi vien più la rima

Oh no, la medusa no, oh no