Se non serve la scenografia

A volte la scenografia non serve. Lo scorso anno ne abbiamo avuta prova a Castelletto Merli; al concorso  ‘Magnoberta’, la Compagnia Teatrale Fubinese è stata premiata (anche) per la migliore scenografia. Cosa abbiamo messo sul palco? Nulla. Ci siamo limitati a creare uno spazio affinché il pubblico si potesse concentrare sul panorama di fondo e, al limite, su un paio d’auto che abbiamo utilizzato per dare l’idea del parcheggio. Venerdì 9 giugno alle 21 torneremo a recitare e lo faremo in un posto splendido: il parco della torre di Masio. Sarà questa fortificazione alta 25 metri a  impreziosire il tutto e praticamente non ci servirà  nient’altro.  E domenica 11, alle 18, saremo a Fubine, sempre con la nostra commedia “I canonici”. Ci ospiterà il giardino pensile di Palazzo Bricherasio, una terrazza dalla quale si apre uno splendido panorama. Che sarà, appunto, il fantastico contorno a uno spettacolo al quale vi invito fin d’ora, annunciandovi che si concluderà con un apericena.

Massimo Brusasco

View more posts from this author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.