Tag: teatro

Triplo Cristo

Ieri, venerdì, ho concluso il mio trittico al quartiere Cristo, nel cuore della 10 giorni dedicata alla festa organizzata dai commercianti, con Stefano Venneri a fare da motore trainante. E’ stato lui a ideare il talk show dedicato a Paolo Paoli e le successive serate teatrali. Non si poteva non accettare, condividendo il suo entusiasmo. E, allora, martedì ho avuto il piacere di condurre un’anteprima del “Salotto del mandrogno”, giovedì ho recitato con la Compagnia Teatrale Fubinese e venerdì, con Maurizio Ferrari e Massimo Faletti, ho partecipato all’iniziava di teatro-cabaret con I Provvisori, Teatro d’appendice e il duo Gianluca Pivetti-Agata Tinnirello. Location diverse, in ognuna ho  riscontrato partecipazione, voglia di divertirsi, di condividere. Forse qualcuno è venuto a teatro per la prima volta, e spero che prenda l’abitudine. Insomma: una bella esperienza, meritevole di repliche.

Il prossimo appuntamento sarà mercoledì 16 ottobre con “Il salotto del mandrogno” al centro d’incontro Galimberti (ore 21.30); il 19 ottobre, a Fubine, riprenderà Fubine Ridens con “Sarto per signora” di Feydeau; con la commedia “La pausa caffè”, invece, vi aspetto il 26 ottobre a Pecetto. Un grazie a Tony Frisina per il puntale corredo fotografico

L’agenda è fitta

Inizia ottobre e l’agenda si infittisce. Se vi interessano il teatro, gli spettacoli, il ‘Salotto’, prendete nota. Martedì 8 ottobre, alle 21.15, all’auditorium San Baudolino di via Bonardi, nell’ambito della Festa del Cristo, proporremo un’anteprima del ‘Salotto del mandrogno’, in gran parte dedicata al compianto Paolo Paoli. Sempre in occasione della Festa del Cristo, giovedì 10 saremo al centro Don Bosco di corso Acqui con la Compagnia Teatrale Fubinese per proporre la commedia ‘La pausa caffè’, e l’11, alla Soms di corso Acqui, ci ritroveremo noi fubinesi con altre tre compagnie per ‘Venerdì ridi’, all’insegna di cabaret, musica e varietà.  Mercoledì 16,alle 21.30, nell’ormai consueta sede del centro d’incontro Galimberti tornerà ‘Il salotto del mandrogno’, edizione numero 18; sabato 19, poi, al Teatro dei Batù di Fubine riprenderà ‘Fubine Ridens’, rassegna di teatro brillante: a esibirsi Ikeatrando di Valenza con il capolavoro di Georges Feydeau ‘Sarto per signora’. Da segnalare ancora che la sera del 26 ottobre saremo a Pecetto di Valenza con ‘La pausa caffè’, che ogni lunedì alle 8.15 vi aspetto su Radio Voce Spazio 93.8 con ‘Calci al pallone’ e che il venerdì alle 11 su Radio Gold 88.8 e 89.1 c’è ‘Il Massimo consentito’.

Festa al Cristo, il progetto

Su input di Stefano Venneri e con la regia dei commercianti del quartiere, al Cristo, popolosa realtà di Alessandria, arrivano 10 giorni di festa. Mi fa piacere essere stato coinvolto per promuovere iniziative che riguardano teatro e dintorni. E mi rallegra, in particolare, che per la sera dell’8 ottobre si sia pensato a un’anteprima del Salotto del Mandrogno (ore 21.15, auditorium Borsalino, via Bonardo), dedicato non solo al Cristo ma anche a Paolo Paoli, compianto presentatore e promotori di eventi in provincia. Dal 9 all’11, poi, tre serate di teatro: si comincerà con L’Anfitrione di Plauto del Teatro della Juta al centro d’incontro; si proseguirà con “La pausa caffè” della Compagnia Teatrale Fubinese alla Don Bosco; si  concluderà il venerdì con uno spettacolo di cabaret alla Soms di corso Acqui. Vi racconterò i dettagli; per ora, prendete nota.

Ci stiamo preparando

Un grazie a chi ci ha applaudito a Felizzano, a chi ha mandato messaggi per congratularsi, a chi è semplicemente venuto in piazza confidando nel fatto che la Compagnia Teatrale Fubinese potesse assicurare un paio d’ore di divertimento. Per noi è stato piacevole. Torneremo in scena con “La pausa caffè” sabato 22 giugno a Mogliotti, frazione di Rocchetta Tanaro. Ma, prima di un luglio abbastanza intenso, il 30 giugno avremo il piacere di proporre “Il conte socialista”, spettacolo che dedichiamo al conte Emanuele Cacherano di Bricherasio, fondatore della Fiat. Saremo in scena alle 18 nel parco della chiesa dei Cappuccini, in via San Giovanni Bosco, a Fubine, dove, di recente, abbiamo fatto un sopralluogo, intrattenendoci nella cripta che custodisce lo splendido monumento sepolcrale realizzato da Bistolfi in onore del conte stesso. Anche del Bistolfi si parlerà nel nostro spettacolo, così come di Caprilli, della contessa Sofia, di Agnelli, Casa Savoia… Insomma: da vedere.

Chiudere il cerchio

Stasera, alle 21.15, al Teatro dei Batù di Fubine, la Compagnia Teatrale Fubinese tornerà in scena con “La pausa caffè”, commedia fresca fresca che ho avuto il piacere di scrivere e di interpretare con un gruppo di amici brillanti. Chiudiamo un cerchio aperto venerdì a Rivarone e proseguito ieri, sempre ai Batù:  in entrambe le occasioni, tutto esaurito, risate, applausi. Ringrazio fin d’ora tutti quelli che ci sostengono e che partecipano alle nostre avventure. Per stasera ci sono pochissimi posti liberi: per gli amanti del “last minute” il consiglio è telefonare al 335 7291099.

“Teatro per”

“Teatro per gioco” è stata una manifestazione di successo. Che forse dovrebbe chiamarsi “Teatro per passione”. O magari “Teatro per stare insieme”. O “Teatro per fare”, o anche “Teatro per essere”. Comunque sia, teatro. Il teatro dei classici e di autori sconosciuti, il teatro che fa ridere, emozionare o meditare. Ieri sera, a Valenza, c’è stato un bello spot al teatro, grazie a Gianluca Pivetti e Agata Tinnirello, motori di un’iniziativa che ha coinvolto AliEna, Compagnia di Prosa di Quattordio, Ikeatrando, Notte Magica, I Provvisori e anche la Compagnia Teatrale Fubinese, ben lieta di esibirsi al “Sociale” di corso Garibaldi. E’ stata una festa collettiva, con molto pubblico e incasso devoluto in beneficenza. E penso che  i più (organizzatori, presentatori, attori, tecnici, spettatori) siano rincasati con sensazioni positive. Noi ci siamo proposti con “La pausa caffè – Il trailer”, ovvero una riduzione, in forma di trailer cinematografico, appunto, della commedia “La pausa caffè” che debutterà venerdì a Rivarone e sarà presentata sabato e domenica a Fubine. Mettiamola così: il prologo è stato incoraggiante.

Valenza, arriviamo

Grazie ad Agata Tinnirello e a Gianluca Pivetti, stasera, sabato, la Compagnia Teatrale Fubinese sarà al Teatro Sociale di Valenza (ore 21) per aderire a “Teatro per gioco”, un evento a cui partecipano cinque sodalizi della provincia, impegnati in un’iniziativa benefica, con ricavato devoluto all’acquisto di giochi per bambini da installare nei parchi valenzani. Noi presenteremo “La pausa caffè – Il trailer”, ovvero una riduzione, decisamente significativa, della commedia “La pausa caffè”, che debutterà venerdì prossimo a Rivarone. Con me sul palco Massimo Bosia, Cesare Langosco, Paolo Tafuri, Marina Roncati, Doriana Bellinaso, Valter Nicoletta e Franco Mordiglia (dietro le quita, Giancarlo Devidi e Lidia Mordiglia), tutti  alle prese con un copione inedito che rimarrà un “unicum”. Un motivo in più per invitarvi…

“Teatro per gioco”, la prevendita

“La pausa caffè – Il trailer” è una riduzione della nostra nuova commedia. La presenteremo, in versione trailer appunto, sabato 6 aprile al Teatro Sociale di Valenza, nell’ambito di “Teatro per gioco”, una rassegna alla quale partecipano 5 compagnie. Si comincia alle 21, ingresso 8 euro (5 i ridotti) e ricavato devoluto all’acquisto di giochi per i parchi cittadini destinati all’infanzia. Siamo molto lieti di partecipare a questo evento, con tante grazie a Gianluca e ad Agata che ci hanno invitato. E’ un bel modo non solo per farci conoscere e per fare apprezzare una pillola de “La pausa caffè”, ma anche per contribuire alla “diffusione del teatro” sostenendo una giusta causa. Se volete acquistare i biglietti in anticipo potete rivolgersi alla G.E. Informatica (largo Costituzione della Repubblica 17,  Valenza); per ogni informazione: 393 2401918.

Dovere

Devo ringraziamenti, pur se in ritardo. Devo ringraziare chi, mercoledì scorso, ha partecipato al “Salotto del mandrogno”, decretando il successo della puntata. Mi riferisco agli ospiti, che hanno offerto qualità, simpatia e spunti interessanti (il serio e il faceto, come sempre, si sono mescolati), ma soprattutto al pubblico, accorso numeroso come è successo solo in rare occasioni. Un plauso in particolare ai dieci “nonni” che hanno offerto una piacevole esibizione di ginnastica dolce, e a Viktoria che ce li ha fatti conoscere. Dal “Salotto” al teatro il passo è stato breve. Domenica, a San Michele, la Compagnia Teatrale Fubinese ha portato in scena la commedia “Si siamo aggiustati tutti bene”. E’ stato gratificante ricevere, non solo l’applauso del pubblico, ma anche considerazioni del tipo: “Di solito la sera non usciamo mai, ma per voi siamo venuti e abbiamo fatto bene”.  A volte basta poco per farci rincasare soddisfatti.

“Si siamo” a San Michele

“Si siamo aggiustati tutti bene”, la commedia della Compagnia Teatrale Fubinese, arriva a San Michele. Domenica 24, infatti, saremo nel sobborgo alessandrino (sala polifunzionale, via Remotti) per proporre uno spettacolo che ci sta dando grande soddisfazioni. E’ la storia di una popolazione, quella di Coniolo, che nel 1927 si ribella ai “padroni delle miniere” rei di scavare sotto il paese, rischiando di farlo crollare. Verità e finzione si mescolano, in una pièce che finora è particolarmente piaciuta. Vi aspetto con Maurizio Ferrari, Paolo Tafuri, Franco Mordiglia, Doriana Bellinaso, Flavia Bigotti, Cesare Langosco, Anna Cioffi, Riccardo Robotti e Giuseppe Balestrero, ma anche con Giancarlo Devidi e Lidia Mordiglia che lavorano dietro le quinte. Se avete voglia di finire la settimana ridendo, sapete cosa fare…