Il colore (politico) della neve

Succede più o meno sempre così, e anche in queste ore non si fanno eccezioni: c’è un’amministrazione di destra, nevica, i cittadini di sinistra si lamentano perché è scandaloso che le strade siano impraticabili, che non sia passato lo spartineve, che nessuno abbia buttato il sale. Il cittadino di destra, invece, ci racconta che, finalmente, c’è chi si è preoccupato di assicurare una viabilità perfetta… Se l’amministrazione è di sinistra e nevica, si lamentano quelli di destra eccetera… (ce n’è anche per i Cinque stelle, non si creda che).  La cosa fantastica  è che, comunque, quando nevica riusciamo sempre a sorprenderci, ancor prima che farci sorprendere. Come se noi non abitassimo nel Nord Italia e  non sapessimo cosa, di solito, accade d’inverno. Siamo talmente in tensione che bastano pochi fiocchi a farci irritare. E talmente prevenuti da trovare ogni pretesto per attaccare l’avversario o, semplicemente, chi amministra o governa. Dovremmo invece considerare la neve con maggior benevolenza: non fa rumore, rallegra i bambini, porta benefici alla campagna ed è candida, finché non la sporchiamo noi (di solito con auto e smog).

Massimo Brusasco

View more posts from this author
6 thoughts on “Il colore (politico) della neve
  1. Gabriella Paletti

    Hai perfettamente ragione il popolo deve sempre trovare qualcuno per scaricare la colpa ,dimenticando che siamo in inverno e questa neve è manna per la nostra terra e accumulo di acqua per la torrida estate!
    Ciao Mitico Brusasco Salutissimi e Bacionissimi Gabriella

     
    Reply
  2. Mauro

    Difronte alle normali manifestazioni atmosferiche, vissute come eccezionali, c’è sempre un “ladro “ di turno!

     
    Reply
  3. pinella

    È vero la neve e splendida soffice ci avvolge in un manto benefico ,tutto attutisce e pietà stupore …

     
    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.