Tag: borgoratto

Il paese che non delude mai

Borgoratto è il paese che non delude mai. O meglio: che non “ci” delude mai. Ieri sera, noi della Compagnia Teatrale Fubinese abbiamo incontrato un pubblico entusiasta, desideroso di divertirsi, molto partecipe con applausi e risate che hanno fatto da cornice a “Si siamo aggiustati tutti bene”, la commedia che stiamo portando in scena da tre mesi. Ringraziamo il sindaco Simone Bigotti, tutti quelli che hanno collaborato alla realizzazione dell’iniziativa e, soprattutto, la gente che ci segue con passione e interesse. Ci auguriamo di trovare identico calore domenica 22 a Felizzano e sabato 29 a Garbagna, ultimi appuntamenti di luglio con “Si siamo”. Vi aspettiamo, allora.

Teatro, da Valle a Borgoratto

La pioggia ci ha fatto compagnia per una fetta di spettacolo, ma siamo riusciti a portarlo a termine. Anche perché il pubblico, con o senza ombrello, è rimasto, desideroso di ridere e cantare con noi. Ed eccoci allora soddisfatti, dopo “Va là che vai bene”, lo show che ho portato   in scena con Massimo Faletti e Maurizio Ferrari a Valle San Bartolomeo, ospite dell’associazione Amici della Valle, rivelatisi ottimi anche in cucina. La nostra settimana teatrale non è conclusa. Stasera, venerdì, la Compagnia Teatrale Fubinese sarà a Borgoratto, attesa in piazza Roma (ore 21.15, ingresso gratuito) con la commedia “Si siamo aggiustati tutti bene”, la nostra produzione 2018. Vi aspettiamo per divertirci con i cavatori di Coniolo, protagonisti di una pièce che pesca nel passato cercando di fare divertire nel presente.

I piccoli paesi e i grandi della musica

Sono reduce da uno strepitoso concerto a Frascaro, dove, supportato da un gruppo di musicisti di grande livello, ha suonato Billy Branch, uno dei migliori bluesman americani (lo assicura Gabriel Delta, un’autorità del settore). E’ stato uno spettacolo straordinario, reso possibile grazie all’impegno di Cristina Di Sciorno che, qualche anno fa, si innamorò di Frascaro, acquistò casa e nel suo giardino, in tempi recenti, ha allestito un palco e messo tavolini, affidando l’illuminazione alle torce. Suggestioni, emozioni, bel clima. E poi il concerto che, indirettamente, valorizza un paese dove di solito le cose non nascono per caso, ma perché le si programma. E, a proposito di grandi personaggi e piccole località, stasera  a Borgoratto suonerà Ian Paice, batterista dei Deep Purple (evento benefico a sostegno della Lilt). Quando si concretizzano questi binomi, mi pare sempre un qualcosa di miracoloso. In realtà non è così. Viviamo in una zona “ricca di cose” e non si fa fatica a trovare chi le sa apprezzare. Paice e Branch compresi.

Il paese che fa un sacco di cose

Ieri sera Borgoratto ci ha riservato, come sempre, una grande accoglienza. Mi piace il fatto che un paese piccolo riesca sempre a proporre spettacoli ed eventi. Prima la riuscitissima sagra degli gnocchi, ieri e venerdì prossimo il teatro, il 29, addirittura, Ian Paice, batterista dei Deep Purple. C’è voglia di fare. La Compagna Teatrale Fubinese, ospite per l’ennesima volta sul palco di piazza Roma, non può che ringraziare ed essere compiaciuta. I nostri appuntamenti continueranno: proporremo la commedia “I canonici” la sera di domenica 23 luglio a Viarigi (Asti). Il 4 agosto, poi, io, Maurizio Ferrari e Massimo Faletti saremo a Frascaro per uno show di musica e cabaret. Poi una pausa fino a inizio settembre.

Venerdì “I canonici” a Borgoratto

La Compagnia Teatrale Fubinese torna in scena venerdì 7 luglio alle ore 21.15 a Borgoratto Alessandrino, paese che è solito ospitarci con grande calore, grazie soprattutto al sindaco Simone Bigotti e all’assessore Lorenza Randi. Proporremo la commedia “I canonici”, dedicata alla genesi del quadro “I canonici di Lu”, dipinto nel 1748 da Pier Francesco Guala e conservato, dallo scorso settembre, al Museo di arte sacra di Lu. Vi aspettiamo in piazza Roma (ingresso libero) per una piacevole serata; sul palco con me ci saranno Maurizio Ferrari, Massimo Bosia, Paolo Tafuri, Franco Mordiglia, Giuseppe Balestrero, Gian Pietro Brusasco, Franca Reposio, Marina Roncati, Claudia Capra e Angelo Balestrero.

La voglia di distrazione

Credo che sia stata la voglia di distrazione a portare, ieri sera,  così tanta gente a Borgoratto per assistere alla commedia “Il paradiso del procione” della Compagnia Teatrale Fubinese. Penso che, dopo giorni di immagini di  macerie,  polvere,  dolore, si sia voluto prendere una boccata d’aria ristoratrice, garantita da uno spettacolo brillante. Grazie a chi ha partecipato, sottolineando la nostra performance con applausi e risate. Grazie a chi ci ha invitato e sostenuto; ad Anna Cioffi e Sara Amodio “panchinare di lusso” che hanno degnamente sostituito attrici del cast originario; grazie a chi continua a seguirci. Insomma, è stata una bella performance, che speriamo di replicare il 23 settembre a San Michele e il 24 a Serravalle Scrivia. Intanto, martedì prossimo sarò a Frascaro con Maurizio Ferrari e Massimo Faletti per una serata di musica e cabaret inserita nella Festa del gelato.

20160506_Piacenza_Il_Paradiso_del_Procione-001

A Borgoratto la serata benefica in piscina

Il mio amico Simone Bigotti, sindaco di Borgoratto, unitamente ai suoi collaboratori (in primis la moglie Maria Grazia), ha organizzato per stasera, venerdì, una serata “sotto le stelle” alle piscina Mond’Azzurro. La finalità è benefica: il ricavato serve ad acquistare un ecografo, strumento fondamentale per il reparto di Oncologia dell’ospedale di Alessandria. Mi ha invitato, Simone, a presentare la serata, come già avvenuto in anni passati. E lo farò naturalmente volentieri, per la finalità benefica e perché sarò circondato da amici, in primis quelli della Begger’s Farm, eclettico gruppo musicale nato come cover band dei Jethro Tull, ma ora specializzatosi in vari ambiti della musica pop-rock. E poi ci saranno Franco Rangone e Domenico Solio, le cui virtù sono ben note ad alessandrini e non solo, e gli astrofili del gruppo Galileo, che condurranno il pubblico a… esplorare le stelle, sempre sperando che il cielo sia stellato. Si comincerà alle 20.30 con la cena, poi lo spettacolo, in un ambiente accogliente e suggestivo.