Tag: canonici

La ventesima dei Canonici

La precisa Lidia, che tiene conti e ricorda quel che ad altri sfugge, assicura che quella di venerdì 18 maggio alle ore 21.15 a Carentino sarà la ventesima replica della commedia “I canonici”. Non è certo un numero da far sobbalzare, ma per una compagnia come la nostra, assolutamente dilettantistica e animata solo dal volontariato e dallo spirito di servizio, il dato è comunque significativo. E per il raggiungimento del traguardo non posso non ringraziare tutti quelli che contribuiscono al successo dello spettacolo, sia sul palco che dietro le quinte, oltre che ovviamente al pubblico, che ci segue sempre con passione. E che, mi auguro, faccia così anche a Carentino, paese che ci ha ospitato in altre occasioni e che ha il merito, da qualche anno, di impegnarsi per difendere e sostenere il dialetto. “I canonici” non è una commedia in vernacolo, ma il testo ci dà certamente modo di sbizzarrirci anche nella parlata locale. Vi aspettiamo, dunque, nella tensostruttura della Pro loco, associazione che ringraziamo non solo perché ci invita ma anche per quello che fa per tenere vivo un piccolo paese. Per informazioni sulla commedia, potete consultare questo sito.

Venerdì la commedia a Quargnento

Sono molto felice perché il primo spettacolo teatrale che verrà ospitato nel nuovo auditorium dell’ex confraternita della Trinità di Quargnento sarà il nostro. Domani, venerdì 16, alle 21.15, la Compagnia Teatrale Fubinese presenterà la commedia “I canonici”… un testo ideale per essere rappresentato in una chiesetta com’è quella che il Comune ha ristrutturato e restituito alla cittadinanza, dopo molti anni  di abbandono. Dunque, ci saremo, con una pièce che, da aprile 2017, ci sta dando grandi soddisfazioni. Con me, calcheranno il palco Maurizio Ferrari, Franco Mordiglia, Angelo Balestrero, Paolo Tafuri, Franca Reposio, Marina Roncati, Claudia Capra, Giuseppe Balestrero, Massimo Bosia e Gianpietro Brusasco; Cesare Langosco e Lidia Mordiglia ci supporteranno da dietro le quinte. Un grazie al Comune per l’ospitalità e… vi aspettiamo. Tanto più che è gratis.

Canonici, frati e… Vescovo

Recitare al teatro San Francesco è stato per noi un grande onore. E’ uno degli spazi storici per chi fa spettacolo ad Alessandria (fino a pochi giorni fa, le repliche di Gelindo), ambizioso punto d’arrivo per una Compagnia come la nostra (anche se poi sappiamo bene che… ripartiremo). Ieri sera, dunque, la commedia “I canonici” è arrivata al teatro dei frati, per sostenere l’associazione Sie, Solidarietà internazionale emergenze, impegnata in questo caso in progetti locali destinati a donne in difficoltà. Credo che il pubblico si sia divertito e abbia trascorso un paio d’ore serenamente. Un grazie a Franco che si è impegnato per la realizzazione della serata, a tutto lo staff della Compagnia Teatrale Fubinese, agli amici del San Francesco, al pubblico, all’associazione Sie, rappresentata ieri dal vicepresidente Claudio Vescovo. I canonici dai frati con Vescovo… una benedizione, insomma.

Stasera al San Francesco

Sono lieto di annunciare che stasera, sabato 20 gennaio, la Compagnia Teatrale Fubinese si esibirà ad Alessandria, al teatro San Francesco, in via San Francesco d’Assisi. Alle ore 21.15 proporremo la nostra commedia “I canonici”, una pièce ormai collaudata che speriamo piaccia anche… nel capoluogo. Mi auguro che il pubblico intervenga numeroso per il fine benefico della serata; il ricavato, infatti, andrà all’associazione Sie (Solidarietà internazionale emergenze) che lo devolverà a favore di progetti dedicati a donne alessandrine in difficoltà. Vi aspettiamo, dunque, con la promessa di un’ora e mezza di divertimento.

 

Venerdì commedia a Vignale

Com’è ormai tradizione, il nostro anno teatrale si conclude a Vignale Monferrato. Venerdì 29 dicembre, alle ore 21.15, nell’Aula Cavour di piazza del Popolo,  la Compagnia Teatrale Fubinese proporrà la commedia “I canonici”, un lavoro che, da aprile, ci sta dando grosse soddisfazioni. Con me in scena ci saranno Maurizio Ferrari, Paolo Tafuri, Franco Mordiglia, Giuseppe Balestrero, Gian Pietro Brusasco, Massimo Bosia, Franca Reposio, Marina Roncati, Claudia Capra e Angelo Balestrero. A invitarci è l’Avis che, al termine, saluterà gli intervenuti offrendo un brindisi. E che sia davvero di buon auspicio per un sereno 2018.

Il pubblico consapevole

Quando un pubblico è abituato ad andare a teatro lo si capisce. Non ride solo alle gag, ma alle battute. Segue la storia, capta le sfumature, le evidenzia con sorrisi, applaude quando è ora. A Trino Vercellese, oggi pomeriggio, abbiamo trovato un pubblico “consapevole”, avvezzo ad assistere a spettacoli. E siamo particolarmente lieti che abbia apprezzato la nostra commedia “I canonici”, che abbiamo avuto il piacere di portare anche… fuori provincia. Poche righe per ringraziare chi ha voluto trascorrere con noi il pomeriggio domenicale, tra cui Mario, organizzatore di una rassegna in un teatro ricavato in uno splendido spazio. C’è voglia di palcoscenico e lo sappiamo, ma anche di stare in platea a godersi lo show. Buon segno.

Teatro fra le zucche

Stasera, sabato, la Compagnia Teatrale Fubinese tornerà in scena. Lo faremo a Castellazzo Bormida (Al), nell’ambito della sagra della zucca, importante manifestazione che quest’anno ha risvolti regionali, con presentazione anche a Pollenzo.  Grazie alla Pro loco, torneremo su un palco (quello dell’area festeggiamenti) che, in passato, ci ha dato molte soddisfazioni, e lo faremo con “I canonici”, una commedia che finora ha riscontrato ampio gradimento. Con me si esibiranno Maurizio Ferrari, Giuseppe Balestrero, Massimo Bosia, Paolo Tafuri, Franco Mordiglia, Gian Pietro Brusasco, Angelo Balestrero, Marina Roncati, Franca Reposio e Claudia Capra; fondamentale il lavoro dietro le quinte di Lidia Mordiglia, Doriana Bellinaso e Giancarlo Devidi; tutti insieme, appassionatamente, per proporvi una serata piacevole. Si comincia alle 21.15, ingresso libero.

 

I Canonici ripartono

Dopo un periodo di pausa, la Compagnia Teatrale Fubinese torna  in scena.  Lo farà sabato 30 settembre a Castellazzo Bormida, in occasione della Sagra della zucca, uno degli eventi più interessanti dell’autunno alessandrino. Torniamo in un paese molto ospitale, dove abbiamo avuto modo di esibirci già alcuni anni fa. Stavolta lo faremo con “I canonici”, una commedia che ci sta dando grandi soddisfazioni. A Castellazzo, inoltre, tornerà sul palco Angelo Balestrero, perfettamente in forma, da veterano inossidabile. Lo rivedremo nelle vesti del cardinale Millo, uno dei protagonisti di uno spettacolo… religioso a modo suo. Appuntamento alle 21.15, nell’area dei festeggiamenti.

Non solo teatro: a settembre si riparte

A settembre riparte l’attività della Compagnia Teatrale Fubinese. Domenica 3, alle ore 21.15, sarò a Felizzano con Maurizio Ferrari e Massimo Faletti per una versione light di “Va là che vai bene”, il nostro spettacolo di musica e cabaret, che impreziosirà la festa dell’Unione sportiva (che inizierà venerdì). Stand al coperto, buon cibo, allegria. La commedia “I canonici”, invece, tornerà in auge la sera del 30 settembre a Castellazzo Bormida in occasione della sagra della zucca, e l’8 ottobre sbarcherà a Lu, il paese che ha ispirato la pièce incentrata, appunto, sul quadro “I canonici di Lu”, realizzato da Pier Francesco Guala nel 1748. I dettagli della commedia li trovate su questo sito.

canonici Brusasco

Un paese, il teatro, un museo

Domenica siamo andati a Viarigi per recitare e abbiamo trovato un luogo incantevole, ai piedi della torre. Si salgono scale ripide e si arriva su un prato, con palco annesso. Ho preteso non si mettessero quinte: era troppo bella così, da sola, la scenografia. Un po’ rustica, un po’ demodée, molto suggestiva. E, accanto, un museo, uno dei molti dedicati alla civiltà contadina. Ma questo è ordinato, curato bene, razionale, zeppo di curiosità. Vi capitasse, andate a vederlo. Chiedete dell’associazione Retrò, la sede è nell’ex canonica. Poi, naturalmente, c’è stata anche la commedia, quella della Compagnia Teatrale Fubinese, intitolata “I canonici”. Abbiamo trovato anche un pubblico desideroso di divertirsi. E pensiamo che il desiderio sia stato esaudito…

te