Perché è stato bello

Il “Salotto del mandrogno” di ieri è stato bello perché si è parlato di biciclette, immaginando una città migliore (con le piste ciclabili, ad esempio) e rievocando il mito di Coppi, il campione intramontabile, eterno. E’ stato bello perché si è riso con Massimo Pica, perché ho conosciuto Mara Verzetti e Claudio  Cheirasco, per la poesia di Lia Tommi; per i disegni che mi ha regalato Nadia Presotto, per la musica e per chi ha aderito all’invito di venire in bicicletta in via Pochettini. E’ stato bello perché ho imparato qualcosa anche stavolta, perché  ho incontrato amici, perché il pubblico ha applaudito, perché il Galimberti è proprio un bel posto. E’ stato bello perché la serata è scorsa via lieve, quasi d’un battito. E potrei dire ancora molto… Così è stato per me. Chi ha partecipato avrà motivi da aggiungere o forse da togliere. Chi non ha partecipato magari si è fatto venire l’acquolina in bocca e verrà la prossima volta. Quando, non so.

Massimo Brusasco

View more posts from this author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.